Calciomercato

CdS - Inter, la mossa per arrivare a Trubin. Sommer riflette

Si lavora sul fronte portieri in virtù dell'addio di André Onana. Ecco il punto della situazione.

In casa Inter si continua a lavorare sul fronte portieri. La cessione di André Onana sembra essere cosa fatta. Beppe Marotta e Piero Ausilio vogliono regalare a Simone Inzaghi due portieri: Anatolij Trubin e Yann Sommer.

Inter, lo Shakhtar non molla: vuole 30 milioni

Come riferito da Il Corriere dello Sport l’Inter sta lavorando su un doppio fronte. Continua il dialogo cono lo Shakhtar D. per Anatolij Trubin, estremo difensore ucraino. I nerazzurri hanno raggiunto l’intesa con il calciatore ma non con il club di appartenenza. La richiesta è di 30 milioni di euro, mentre l’Inter non vuole andare oltre i 10-12 milioni. Tutto ruota sulla scadenza del contratto del classe 2001 che è legato allo Shakhtar D. fino al 30 giugno 2024. La carta giusta potrebbe essere una percentuale sulla futura rivendita.

Una trattativa che richiede tempo e pazienza. Trubin vuole l’Inter ma il club di Viale della Liberazione deve trovare un’intesa con lo Shakhtar. Nel frattempo, per il ruolo di terzo portiere, oggi dovrebbe esserci la firma di Raffaele Di Gennaro. Il classe ’93 torna a casa a distanza di 10 anni.

Inter, obiettivo Sommer: lo svizzero ragiona

L’altro nome su cui l’Inter sta cercando di affondare il colpo è Yann Sommer, classe ’88 del Bayern Monaco. Profilo nettamente più avanzato con l’età e che garantirebbe affidabilità ed esperienza. Secondo il Cds sono ore di riflessione per lo svizzero perché vorrebbe maggiori garanzie.

Sommer, infatti, ha nel mirino Euro2024 e non vorrebbe arrivare in Italia per giocarsi una ruolo da vice Trubin. Anche in Germania avrebbe lo stesso problema considerando il rientro di Manuel Neuer. Trattativa anche più semplice visto che per strapparlo ai bavaresi serviranno appena 6 milioni di euro.

LEGGI ANCHE Dallo Spezia il rinforzo per la fascia destra

Simone Biancofiore

Classe '95 laureato in Scienze della Comunicazione all'Università di Bologna. Sono un giornalista pubblicista. Amo il calcio, la scrittura è la mia rivincita. Spesso credo nell'impossibile. Mi illudo? No, sogno.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio