Calciomercato

Inter, da Onana a Correa: tutte le cessioni della sessione estiva

Un incasso da oltre 135 milioni di euro reinvestito poi sul mercato in entrata

Ieri, venerdì 1°settembre 2023, si è ufficialmente conclusa la sessione estiva di calciomercato. Simone Inzaghi ha finalmente a disposizione l’organico ufficiale dell’Inter per la stagione 2023-2024. Di seguito, un riepilogo di tutti coloro che hanno lasciato Appiano Gentile.

Inter, in sette ceduti a parametro zero

Per prima cosa, la Beneamata aveva bisogno di liberarsi di tutti quei giocatori che, per una ragione o per l’altra, non rientravano più nel progetto tecnico nerazzurro. Sono ben sette i giocatori ceduti a parametro zero dal club, nell’ordine: Milan Skriniar (al PSG), Samir Handanovic, Alex Cordaz e Dalbert (svincolati), Edin Dzeko (al Fenerbahce), D’Ambrosio e Gagliardini (al Monza). Raoul Bellanova ha concluso il prestito con i nerazzurri, poi è passato al Torino.

Inter, cessioni che hanno fatto cassa

L’operazione più remunerativa (ma anche la più dolorosa) è stata l’addio di André Onana, passato al Manchester United per una cifra che si aggira attorno ai 55 milioni di euro tra parte fissa e bonus. Marcelo Brozovic ha ceduto alla corte dell’Al Nassr, approdando nella Saudi Pro League per 18 milioni. Anche Robin Gosens ha salutato Milano ed è tornato in patria, con la maglia dell’Union Berlino. Un’operazione complessiva da circa 15 milioni. Il Tucu Correa, non più una prima scelta del tecnico piacentino, si è trasferito al Marsiglia. Prestito a 2 milioni, con diritto (che può trasformarsi in obbligo) di riscatto fissato a 10.

Nella trattativa che ha portato in nerazzurro Davide Frattesi è stato inserito come contropartita tecnica il profilo di Samuele Mulattieri, passato al Sassuolo. La Salernitana ha invece riscattato Lorenzo Pirola per 5 milioni. Giovanni Fabbian, che sembrava dovesse andare all’Udinese nell’ambito della trattativa Samardzic, ha sposato la causa del Bologna. Operazione da 8 milioni di euro. Valentino Lazaro è tornato al Torino (4 mln), Darian Males allo Young Boys (2 mln) e Andy Hoti al Magdeburgo (250 mila euro).

Inter, prestiti e operazioni minori

Per quanto riguarda le operazioni meno eclatanti di questa sessione di mercato, Ionut Radu si è trasferito in prestito secco agli inglesi del Bournemouth. La stessa formula si applica anche a Martin Satriano (Stade Bretois), Valentin Carboni (Monza) Zinho Vanheusden (Standard Liegi), Eddie Salcedo (Eldense), Filip Stankovic e Sebastiano Esposito (Sampdoria), Gaetano Oristanio (Cagliari), Mattia Zanotti (San Gallo), Gabriel Brazao (Ternana), Alessandro Fontanarosa (Cosenza), Andrea Moretti e William Rovida (Pro Patria), Alessandro Silvestro (Fiorenzuola), Francesco Nunziatini (Torres) e Jacopo Gianelli (Fermana). Edoardo Sottini è passato al Cittadella, Lorenzo Peschetola al Monopoli, Niccolò Squizzato al Pescara, Franco Vezzoni al Foggia, Marco Pompetti al Catanzaro e Tibo Persyn all’FC Eindhoven. Il ventiduenne Fabrizio Bagheria, invece, è rimasto svincolato.

Non si avrà mai la certezza dell’ammontare esatto ricavato dai nerazzurri dalla cessione dei profili sopra indicati. Stando alle cifre che ci sono state rese note dal mercato però, il club meneghino ha fatto registrare un incasso attorno ai 135 milioni di euro.

LEGGI ANCHE Inter, l’attacco di Vessicchio: “Devono essere radiati”

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio