Calciomercato

Inter, via Correa ritorna Sanchez: il comunicato ufficiale

El Niño Maravilla ha firmato un accordo annuale da 2,5 milioni più bonus

Dopo aver comunicato la cessione di Joaquin Correa al Marsiglia, l’Inter ufficializza il ritorno di Alexis Sanchez. L’argentino è stato ceduto in prestito con diritto di riscatto al verificarsi di determinate condizioni. Per il cileno, invece, è la seconda esperienza in nerazzurro dopo quella tra il 2019 e il 2022.

Inter, riecco Sanchez: il comunicato ufficiale

Di seguito, la nota apparsa sui canali ufficiali del club:

109 presenze, 20 gol fatti e 3 trofei vinti in nerazzurro. Il conteggio può ufficialmente ripartire: Alexis Alejandro Sánchez torna a vestire la maglia dell’Inter.

Nato a Tocopilla, in Cile, il 19 dicembre 1988, Alexis inizia la sua carriera nel Cobreloa, squadra del suo Paese. Le sue prestazioni vengono notate dagli addetti ai lavori che gli affibbiano subito il soprannome che si porterà dietro per tutta la carriera: Niño Maravilla. In queste parole è circoscritto il suo mantra: meravigliare chi lo guarda ed essere orgoglioso di questo.

La sua carriera lo porterà presto in Italia, direzione Udine. Prima però i bianconeri lo girano in prestito al Colo-Colo e al River Plate. Sono tappe importanti queste per Alexis: vince due campionati consecutivi in due stati diversi. Il suo esordio con la maglia del club friulano avviene nell’estate del 2008. In tre stagioni segna 20 gol, sfornando prestazioni di assoluto livello che lo consacrano come uno dei talenti più cristallini del calcio mondiale.

La sua carriera decolla definitivamente nel 2011 quando firma con il Barcellona. In tre stagioni con i blaugrana vince 6 trofei, tra cui il Mondiale per Club. La sua voglia di meravigliare il mondo continua: nella stagione 2014-15 sbarca in Premier League, accasandosi all’Arsenal. In quattro stagioni con i Gunners segna 80 gol, migliorando la sua vena realizzativa e dimostrando sempre più la sua leadership.

Nel 2015 e nel 2016 trascina il Cile alla storica vittoria di due Coppe America consecutive, entrambe contro l’Argentina, lasciando un segno indelebile soprattutto nella prima, con il rigore decisivo segnato. Nel 2018 passa al Manchester United: due stagioni con i Red Devils, prima dell’approdo all’Inter nel 2019.

La sua avventura con i meneghini si apre proprio contro la sua ex squadra, l’Udinese. Contro la Sampdoria trova il primo dei 20 gol che segnerà nelle tre stagioni in nerazzurro, durante le quali collezionerà 109 presenze.

Alexis contribuisce al trionfo in campionato nel 2021: 7 gol che aiutano la squadra a conquistare lo Scudetto numero 19 della storia nerazzurra. Nella stagione successiva vince la Coppa Italia e la Supecoppa Italiana, regalando questo trofeo con il gol segnato all’ultimo respiro nei tempi supplementari contro la Juventus.

Nella passata stagione Alexis ha vestito la maglia del Marsiglia: 44 presenze e 18 gol in Francia. Un altro campionato esplorato, il sesto della carriera, prima di tornare in Italia, ancora una volta, ancora per vestirsi di nerazzurro. Il viaggio del Niño riparte da Milano, riparte dall’Inter.

LEGGI ANCHE: Inter, niente Cagliari per Sanchez. Ecco quando esordirà.

 

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio