CalciomercatoNews

UFFICIALE - Inter, ecco Frattesi: la nota del club

I nerazzurri hanno ufficializzato Davide Frattesi. Il centrocampista arriva dal Sassuolo con la formula del prestito con obbligo di riscatto.

L’Inter ha ufficializzato Davide Frattesi. Il centrocampista della Nazionale è stato scippato al Milan e alla Roma. Arriva a Milano con la formula del prestito con obbligo di riscatto.

Inter, Frattesi è nerazzurro: il comunicato del club

Il comunicato ufficiale: “Crescere richiede sacrificio e tanto lavoro: bisogna saper aspettare il proprio momento per poi cogliere un’opportunità appena si presenta. Così si è sviluppata finora la carriera di Davide Frattesi: un passo alla volta, sempre più in alto, fino ad arrivare in nerazzurro.

Nato a Roma il 22 settembre 1999, Frattesi è cresciuto nella borgata di Fidene: un luogo dove bisogna guadagnarsi ogni cosa. Davide ha mosso qui i suoi primi passi, accompagnato dall’idea di dover sempre dimostrare con i fatti le proprie capacità e talento. Qui ha tirato i suoi primi calci al pallone, un amico che non ha più abbandonato: a 6 anni Frattesi entra nel settore giovanile della Lazio. Il calcio però non è la sua unica passione: Davide gioca a tennis e ammira la classe di Roger Federer, sognando di diventare come lo svizzero. A 10 anni si allenava tre volte a settimana con la Lazio e due con la racchetta: la voglia di Frattesi di giocare in squadra però lo porterà a scegliere definitivamente il calcio.

Le responsabilità non spaventano Davide: nei Giovanissimi diventa il capitano della Lazio, poi attraversa il Tevere e passa alla Roma. A Trigoria continua a migliorare, vince una Coppa Italia e una Supercoppa Primavera e impara da grandi campioni. Si allena con la prima squadra, osserva da vicino la determinazione di Kevin Strootman e l’esempio di Daniele De Rossi.

La strada però è ancora lunga: Frattesi passa al Sassuolo nel 2017, ma un infortunio lo tiene lontano dal campo: la sua occasione arriva nella stagione 2018/19 in prestito all’Ascoli, in Serie B. Nelle Marche gioca un anno da protagonista e l’anno successivo si conferma con l’Empoli, ancora una volta nella serie cadetta. Frattesi conosce il sacrificio e la fatica, lavora duramente e riprova ogni gesto tecnico per migliorare: una, due, dieci, cento volte per colmare ogni lacuna.

Un’ossessione che lo porta a giocare per il Monza nella stagione 2020/21: con i brianzoli Davide insegue la Serie A e impara a diventare pericoloso sotto porta, segnando 8 gol in 39 partite. È la conferma definitiva: nell’estate del 2021 il Sassuolo decide di puntare su di lui e costruisce intorno agli inserimenti di Frattesi il suo centrocampo.

Gli assalti di Davide all’area avversaria diventano una costante del gioco dei neroverdi: veloce, preciso in fase di impostazione e letale sotto porta, Frattesi esplode e colpisce. Va a segno due volte anche contro l’Inter, sfidando direttamente quel Nicolò Barella che ha come punto di riferimento e compagno nell’Italia, dopo aver conquistato la Nazionale nel 2022 e con la quale è già andato a segno nella Final Four di Nations League.

Ora Davide è atteso da una nuova sfida, a tinte nerazzurre: Frattesi la affronterà come sempre a viso aperto”.

Inter, le prime parole di Frattesi: “Ecco perché sono qui”

Le parole di Frattesi da calciatore nerazzurro: “Perché ho scelto l’Inter? Basta girarsi per capire l’importanza di questo club. Parte tutto un anno e mezzo fa quando abbiamo fatto la partita a San Siro contro l’Inter. Sono rimasto colpito dallo stadio e dai tifosi. Questo per me è molto importante e non ci ho pensato un attimo quando si è presentata l’opportunità. 

Spero di vincere qualche trofeo. Cosa posso dare? Impegno prima di tutto, serietà e spero anche qualche gol. In Nazionale ho conosciuto già qualche compagno. Sono tutti dei bravissimi ragazzi. Bastoni lo conoscevo da molto più tempo perché è un ’99 come me e abbiamo tutta la trafila della Nazionale insieme. 

Si, è vero. Ho ricevuto i complimenti di Marotta. E’ stato emozionante perché poi quando gente di quel calibro ti fa i complimenti è sicuramente un riconoscimento importante. Anche questo ha contributo alla mia scelta. 

Vado a giocare con dei campioni e quindi durante gli allenamenti posso solo rubare le cose positive e riportarle in campo. Sarà un onore e un piacere per me.

La prima partita sarà contro il Monza, squadra dove ho lasciato il cuore. Sono amico con tutti, sarà una doppia emozione decisamente importante. 

San Siro da avversario era difficile, adesso da calciatore dell’Inter sarà un motivo di spinta in più. Non vedo l’ora di segnare ed esultare sotto la curva”.

L’INTERVISTA ESCLUSIVA A DAVIDE FRATTESI 

Simone Biancofiore

Classe '95 laureato in Scienze della Comunicazione all'Università di Bologna. Sono un giornalista pubblicista. Amo il calcio, la scrittura è la mia rivincita. Spesso credo nell'impossibile. Mi illudo? No, sogno.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio