Editoriali

Inter, Lautaro contro Lukaku: il romanticismo che sfida il moderno

Lauti e Lukaku, il romanticismo che sfida il moderno

Una volta erano i gemelli del gol. Oggi sono i gemelli diversi. Lautaro ha dimostrato, nei fatti, che cosa significa amare l’INTER. Lukaku, invece, è il simbolo del calcio moderno.

Lautaro ha rifiutato un’offerta da 60 milioni di stipendio per quattro stagioni. Conti alla mano un guadagno complessivo da 240 milioni di euro. Una cifra mostruosa. L’argentino sente il peso della nuova responsabilità: la fascia di capitano al braccio. E forse adesso vivrà un’ossessione; quella di vincere lo scudetto della seconda stella e lui vuole essere il condottiero. Oggi il Toro è tutto quello che ogni interista vorrebbe vivere e vedere. Lautaro incarna il romanticismo. Quello che manca in questo calcio contaminato dai miliardi che provengono dall’Arabia Saudita.

Lukaku, invece, sta tentando in tutti i modi di ricucire i rapporti. Ma tutto è compromesso. Dirigenza e squadra hanno alzato un muro. Nessuno lo vuole più sentire e vedere. Verrebbe da dire: “Che bella faccia tosta”. E’ finita Romelu. E’ finita per sempre. Probabilmente l’unico calcio che ti rispecchia è proprio quello arabo. Un calcio finto, proprio come te.

LEGGI ANCHE Inter, pensa al tuo bene. Lukaku spostati

Simone Biancofiore

Classe '95 laureato in Scienze della Comunicazione all'Università di Bologna. Sono un giornalista pubblicista. Amo il calcio, la scrittura è la mia rivincita. Spesso credo nell'impossibile. Mi illudo? No, sogno.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio