News

GdS - Inter, Toloi il prescelto per il dopo Skriniar

La scelta del difensore atalantino è frutto di una precisa strategia.

Nonostante un raggio d’azione limitato, dovuto ad esigenze di tipo economico, Beppe Marotta e Piero Ausilio continuano a lavorare incessantemente per regalare a Simone Inzaghi un’Inter in grado di competere su più fronti. Alla lista delle priorità, con in cima le voci “portieri” e “attaccante”, si aggiunge ora la necessità di trovare al più presto un nuovo braccetto di difesa.

Inter, ecco il preferito per rafforzare la difesa

Dopo la partenza di Skriniar direzione Parigi, il pacchetto arretrato necessita di un nuovo elemento nel ruolo di braccetto di destra. Non basta,infatti, il solo Darmian, reinventato in quella posizione per esigenze tattiche, con ottimi risultati nell’immediato.

Il preferito dalla dirigenza nerazzurra per il centro-destra è Rafael Tolòi, punto fermo dell’Atalanta di Gasperini oramai da otto anni e oggi capitano. La trattativa è molto complicata, a maggior ragione dopo il mancato passaggio agli orobici di Rodrigo Becão, che ha preferito accasarsi al Fenerbahce. Sarebbe stato il profilo ideale per sostituire l’italo-brasiliano e questo avrebbe facilitato di molto una sua possibile cessione. In una recente intervista rilasciata a Dazn, il ragazzo ha espresso il desiderio di terminare la carriera a Bergamo, pur consapevole dell’ elevata imprevedibilità del mondo in cui è immerso.

Inter, Tolòi è una scelta strategica: ecco perchè

Viene da chiedersi perchè l’attenzione dei nerazzurri sia ricaduta proprio sul profilo di Tolòi. La scelta non è affatto casuale, ma anzi, segue una precisa strategia societaria. Parallelamente alla competitività, negli ultimi anni l’Inter sta puntando molto anche sull’italianità. Il club di Viale della Liberazione sta fornrndo diversi assist al c.t Roberto Mancini: Acerbi, Bastoni, Darmian, Barella e Frattesi sono infatti stabilmente nel giro della nazionale e l’ipotetico arrivo del trentaduenne italo-brasiliano completerebbe un bel blocco, utile anche in orbita azzurra.

Il ragazzo ritroverebbe molti dei compagni con cui ha trionfato all’europeo del 2021, che di sicuro gli darebbero una grande mano ad ambientarsi velocemente tra le mura di Appiano Gentile. Dal punto di vista tattico, il giocatore è già abituato ad interpretare la posizione che il tecnico piacentino intende rafforzare. Molto abile a spingersi in avanti quando serve e altrettanto attento nella copertura della profondità alle sue spalle.

Come già in parte anticipato, le priorità dell’Inter attualmente sono altre. E il fatto di essere partiti per la tournèe in Giappone senza un estremo difensore di ruolo la dice lunga. Si aspetterà dunque il momento giusto per capire se ci sono possibilità concrete per arrivare all’uomo simbolo di Gasp, che farebbe molto comodo alla causa  nerazzurra.

LEGGI ANCHE: Inter, piace anche un talento canadese.

 

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio