News

GdS - Tra Inter e Milan è già derby di centrocampo

Entrambe le milanesi hanno messo mano al motore per la nuova stagione.

Entrambe le milanesi hanno deciso di intervenire sul centrocampo per alzare l’asticella degli obiettivi. In mediana è già derby di mercato, con entrambe le formazioni che si sono avvalse di nuovi interpreti in grado di far girare la squadra. L’Inter ha operato solo qualche ritocco, mentre il Milan ha letteralmente rivoluzionato il reparto.

Inter, i ritocchi per il centrocampo di Inzaghi

Con Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan e Asllani già in organico, dopo gli addii di BrozovicGagliardini, servivano solo un paio di pedine per completare il reparto. La prima scelta è stata sin da subito Davide Frattesi, giunto in breve tempo ad Appiano Gentile. Sta per arrivare anche un altro interessante rinforzo: si tratta di Lazar Samardzic che, salvo clamorosi colpi di scena, lascerà presto il Friuli.

Gli uomini di Inzaghi, abituati al doppio play (Calha- Brozovic), dovranno ora trovare un nuovo equilibrio tattico, dettato dall’impiego di due incursori come Frattesi e Barella. La palla passa dunque al tecnico piacentino che, considerata la varietà delle opzioni, non avrà problemi a pianificare le rotazioni nel corso della stagione.

Milan, la rivoluzione tattica di Pioli

La finale di Supercoppa e i due confronti in Champions League hanno dimostrato la necessità di una vera e propria rivoluzione del centrocampo rossonero. Con le partenze di Tonali e Brahim Diaz, Stefano Pioli ha optato per il passaggio dal 4-2-3-1 al più equilibrato 4-3-3, chiedendo alla dirigenza interpreti duttili per la linea mediana.

Nell’attesa del rientro di Bennacer (non prima di febbraio) la cabina di regia potrebbe essere affidata a Krunic, con ai fianchi il neo acquisto Musah (o Pobega) e uno tra Loftus-Cheek e Rejinders ad alzarsi sulla trequarti. Diversi nuovi interpreti da inserire velocemente, alla loro prima esperienza in Serie A.

Proprio per questo, sulla carta parte leggermente in vantaggio l’Inter, che ha dovuto “puntellare”, non “rivoluzionare”. Comunque sia, entrambi i tecnici puntano a creare quell’alchimia perfetta tra palleggio, tecnica e fisicità che tanto bene era riuscita a Luciano Spalletti col suo Napoli Campione d’Italia.

LEGGI ANCHE: Inter, in arrivo un nuovo centrocampista, i dettagli.

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio