News

Inter, Arnautovic: "Il primo obiettivo è lo scudetto, il Milan la rivale"

L'attaccante austriaco ha rilasciato un'intervista ai microfoni di SportMediaset

A distanza di 13 anni Marko Arnautovic è tornato a Milano. Ecco che cosa ha detto l’attaccante dell’Inter ai microfoni di SportMediaset.

Inter, Arnautovic: “Lautaro è fortissimo. Triplate? Non si sa mai”

L’intervista di SportMediaset a Marko Arnautovic.

Sull’esordio contro il Monza: “Tanta emozione. Ero già emozionato quando siamo entrati allo stadio e poi quando sono entrato ancora di più. Sono contento di essere ancora qua. Vincere la prima partita è stato importantissimo, adesso andiamo avanti. Quando sei all’Inter vuoi sempre vincere qualcosa. L’obiettivo è lottare per la seconda stella. Sono qui per aiutare la squadra, fuori e dentro il campo”.

Ha aggiunto: “Non ho un obiettivo di gol minimi da segnare, non me lo impongo mai e a maggior ragione dopo una sola partita giocata. Voglio aiutare la squadra con gli assist o con i gol, che è anche meglio visto che un attaccante vuole sempre segnare”.

Su Lautaro: “E’ un giocatore fortissimo ed è il nostro capitano. Lui è la prima punta, noi dietro facciamo di tutto per aiutarlo ma anche tutta la squadra. Quando si è uniti si fa sempre una bella stagione”.

Su Inzaghi: “Non mi chiede niente di strano ma di dare tutto me stesso per questa squadra e per questa maglia. Ogni partita e allenamento che fai lo devi fare a mille, per questo sono qua. C’è un bellissimo rapporto con tutti. Quello che conta è il campo, lì dobbiamo fare la differenza”.

Su un altro Triplete: “Per farlo ci serve tanto, non è facile. Anche tredici anni fa, ad inizio campionato, nessuno ci credeva. Non si sa mai. Adesso non posso dire dove andiamo o cosa facciamo però è sempre un sogno per noi giocatori e per il club. Il primo obiettivo è vincere lo scudetto”. 

Conclude: “La prima rivale è sempre il Milan, a Milano c’è uno dei derby più grandi al mondo. In questo mercato hanno rafforzato la squadra ma non abbiamo paura di nessuno”. 

LEGGI ANCHE Inter, un attacco senza futuro?

 

Simone Biancofiore

Classe '95 laureato in Scienze della Comunicazione all'Università di Bologna. Sono un giornalista pubblicista. Amo il calcio, la scrittura è la mia rivincita. Spesso credo nell'impossibile. Mi illudo? No, sogno.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio