News

Inter, Bastoni alla GdS: "C'è un codice che rispettiamo"

Il difensore ha parlato anche della sua posizione in campo e il feeling con Dimarco

Nel corso dell’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport Alessandro Bastoni ha parlato del segreto della sua Inter e della posizione in campo.

Ci racconta com’è nata l’Inter di quest’anno? Perché lo scambio di posizione è un piacere e un anno fa non era cosi.

“Il mister ci ha suggerito l’idea di mobilità che si vede. Ma tutto ha origine dalla disponibilità e dall’atteggiamento mentale generale: se io vado in attacco, Lautaro o Mkhitaryan sanno che devono andare in difesa. Tutti difendono, tutti attaccano: c’è un codice che rispettiamo, sappiamo ciò che dobbiamo fare ed ecco che viene fuori l’Inter che vedete voi”.

Ma Bastoni chi è? Un centrale? Un esterno? Un centrocampista? Perché lo sa che è diventato difficile da identificarlo?

“Mi sento quello che in quel preciso istante sono in campo. Ho un compito che cambia a seconda della posizione in cui mi trovo. Ma è un modo di interpretare il calcio che ha coinvolto tutti”.

Bastoni-Dimarco è la fascia sinistra migliore in Europa?

“A livello d’intesa probabilmente si. So già il movimento che farà, so come servirgli il pallone, c0’è grande sintonia”.

LEGGI ANCHE Inter, senti Bastoni: “Scudetto? All’inizio nessuno puntava su di noi”

Simone Biancofiore

Classe '95 laureato in Scienze della Comunicazione all'Università di Bologna. Sono un giornalista pubblicista. Amo il calcio, la scrittura è la mia rivincita. Spesso credo nell'impossibile. Mi illudo? No, sogno.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio