News

Inter, Bastoni alla GdS: "Il mio futuro, la fascia da capitano e la Champions"

Nella parte conclusiva dell'intervista esclusiva il difensore ha parlato anche del suo futuro

Alessandro Bastoni, nella parte conclusiva della lunga intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, ha toccato altri temi importanti. Sulla possibilità di vederlo ancora all’Inter ha risposto cosi: “Al momento dico di si. E lo sa perché? Ogni volta che giochiamo, per arrivare a San Siro il nostro pullman passa davanti a un grande condominio, dove vedo sempre un signore anziano che sventola la bandiera dell’Inter. E’ fisso li, tutte le volte. Ecco, sono le cose che ti rimangono, io gioco per questo, per le emozioni”.

Sulla fascia da capitano: “Si, mi piacerebbe. Nulla vieta che ci sia più di un riferimento, più di un capitano. In fondo è quel che stavamo vivendo noi: non c’è il veterano, Lautaro è ancora giovane, sulle decisioni extra campo ne parla sempre con il nucleo storico della squadra”.

LEGGI ANCHE Inter, Bastoni: “Scudetto? All’inizio nessuno credeva in noi”

Rimpianti Champions League: “Se non siamo passati vuol dire che abbiamo sbagliato qualcosa, è un motivo in più per provarci il prossimo ano. L’errore è stato subire subito l’1-1 a Madrid dopo essere andati avanti. Ma è il calcio…”. Prosegue: “Cosa manca? L’abitudine a giocare quel tipo di partite. Prima di Inzaghi l’Inter non arrivava agli ottavi da un’infinità. Ma stiamo crescendo, anche qui. Pensate al fatto che viviamo con rammarico il fatto di essere usciti agli ottavi con l’Atletico, mentre due anni fa era quasi un evento essere eliminati dal Liverpool: questo è già un grande cambiamento”.

Il più difficile da marcare: Thuram è più fastidioso, spigoloso. Lautaro ha qualità enormi quando difende il pallone. Li metto alla pari”.

Simone Biancofiore

Classe '95 laureato in Scienze della Comunicazione all'Università di Bologna. Sono un giornalista pubblicista. Amo il calcio, la scrittura è la mia rivincita. Spesso credo nell'impossibile. Mi illudo? No, sogno.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio