News

Inter, Bastoni alla GdS: "Scudetto? All'inizio nessuno ci ha messo avanti"

Il difensore nerazzurro ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport

Alessandro Bastoni, difensore dell’Inter, ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Andiamo a ripercorrere alcuni passaggi chiave della lunga intervista.

Lei non era a Udine. Ma a casa ha esultato con la stessa intensità dei compagni in campo?

“Si, si, mia figlia già dormiva e l’ho svegliata con le urla. Sapevo e sapevamo tutti dell’importanza del risultato, volevamo mantenere il margine sulla seconda, l’euforia si spiega cosi”.

Lei ne ha già vinto uno: quali sono le differenze, per lei e per l’Inter, tra questo scudetto e quello del 2020/21?

“Con Conte già da inizio anno eravamo attesi. Stavolta no: io non ricordo un addetto ai lavori mettere l’Inter avanti in partenza. E intendiamoci: neanche noi sapevamo quali uomini, al di là dei calciatori, sarebbero entrati in gruppo. E dunque lo scudetto sarebbe una bella rivincita per noi che abbiamo fatto integrare i nuovi. Ecco, sarebbe un successo del gruppo Inter”.

LEGGI ANCHE Complimenti all’Inter, ma Frattesi impari il rispetto

La prima occasione per cucirsi la seconda stella sarà probabilmente il derby. Per i tifosi è una motivazione in più. Lo è anche per voi squadra?

“E’ bello vincere il derby a prescindere da tutto, che questo possa decidere lo scudetto è un caso. Vogliamo la partita per noi stessi, per i tifosi, per tutto”.

Cinque vittorie di fila col Milan dunque non sono bastate?

“Assolutamente no. Neanche fossero 50 o 100. Direi lo stesso per qualsiasi altro avversario”.

L’Inter ha la possibilità concreta di raggiungere quota 100 punti: vi stuzzica l’idea?

“Sicuramente si. Però la nostra priorità è cucirsi la seconda stella, i 100 punti non sono un’ossessione e non sarebbe certo un fallimento non arrivarci”.

Simone Biancofiore

Classe '95 laureato in Scienze della Comunicazione all'Università di Bologna. Sono un giornalista pubblicista. Amo il calcio, la scrittura è la mia rivincita. Spesso credo nell'impossibile. Mi illudo? No, sogno.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio