News

Inter, Inzaghi: "Difficile ripetersi ma vogliamo provarci, Asllani..."

Il piacentino ricorda l'ottimo biennio della squadra in Champions League

Alla vigilia della gara d’esordio in Champions League, che vedrà di fronte la Real Sociedad e l’Inter, è intervenuto anche il tecnico Simone Inzaghi. Ecco che cosa ha detto di fronte alla stampa.

Inter, le parole di Inzaghi alla vigilia

Elogi e rischi del percorso: “Le parole di Pep (Guardiola:”l’Inter può ripetersi” ndr.) fanno molto piacere. Sappiamo com’è andata la finale di Istanbul, è stato un onore giocarla. Un episodio avrebbe potuto anche cambiare l’esito del match. Ci è rimasto dentro un ricordo speciale del percorso fatto e l’abbraccio dei nostri tifosi come se avessimo vinto. Quest’anno ricominciamo contro una squadra forte, in un campo molto caldo. Ce la giocheremo con tutte, come abbiamo fatto lo scorso anno. Sappiamo che sarà difficile ripetersi, ma noi vogliamo provarci.

Il forfait di Calhanoglu: “La sua è un’assenza importante, sappiamo che cosa rappresenta per noi. Ma ho una rosa ampia e ricca di alternative. Domani ci sarà Asllani, che in estate è stato richiesto da molte società. Noi abbiamo voluto tenerlo con noi perchè crediamo molto in lui”.

Asllani titolare: “E’assolutamente pronto. L’anno scorso ha giocato tantissime partite ed è un elemento molto importante per noi. Domani, dopo il risveglio muscolare, farò la mia scelta.

Gestire l’entusiasmo post-derby: “Abbiamo rivisto la gara, analizzando le cose da migliorare e i molti aspetti positivi. Sappiamo che è stata una grande serata per tutti noi, per i tifosi e per la società. Ma ormai appartiene al passato e adesso quello che conta è la partita di domani, un test molto difficile per noi”.

Una squadra più matura: “Due stagioni importanti in Champions ci hanno aiutato molto. L’anno scorso ci ha lasciato qualcosa dentro. Non dimenticherò facilmente serate di San Siro durante la cavalcata e l’abbraccio con i nostri tifosi. Dopo il buon inizio, il difficile viene adesso che si inizia a giocare una volta ogni tre giorni. I ragazzi sanno che se mettiamo il ‘noi’ davanti all’io, lavorando tutti assieme, possiamo fare ottime cose”.

Il Real Sociedad: “E’ una squadra molto organizzata, con lo stesso allenatore e molti giocatori da tanti anni. Rispetto all’anno scorso ha cambiato qualcosina a livello tattico. Noi domani dovremo fare una grande partita e stare molto attenti”.

Sulla formazione: “I ragazzi si sono allenati tutti bene. L’undici di partenza ce l’ho già in testa ma glielo dirò domani. Ci sarà qualche cambiamento. Al di là di chi giocherà dall’inizio, dovremo essere bravi a difendere e ad attaccare da squadra”.

LEGGI ANCHE: Inter, la carica di Lautaro

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio