News

Inter, l'amichevole con l'Al-Nassr si conclude in parità

Al vantaggio arabo risponde il neo-acquisto Frattesi.

Oggi alle 12.30, l’Inter ha disputato la prima amichevole della tournèe giapponese, pareggiando per 1-1 contro l’Al-Nassr dell’ex Marcelo Brozovic e di Cristiano Ronaldo. Tralasciando il risultato finale, i nerazzurri hanno prodotto molto sul piano del gioco. Buono anche l’ingresso dei nuovi arrivati, uno su tutti Davide Frattesi.

Inter, ecco il primo schieramento ufficiale

Dopo le prime due sgambate contro Lugano (3-0) e Pergolettese (10-0), Simone Inzaghi ha approfittato dell’occasione per schierare il primo undici con parvenze di titolarità. In attesa del probabile arrivo di Yann Sommer, tra i pali gioca Filip Stankovic. Davanti a lui, il blocco difensivo è composto da Bisseck, De Vrij e Bastoni. Sulle corsie laterali giocano Gosens e Dumfries. Regia affidata ad Hakan Calhanoglu, affiancato dall’insostituibile Barella e dal nuovo arrivato Frattesi. Davanti, guidano l’attacco capitan Lautaro Martinez e il tucu Correa.

Gli arabi si dimostrano fin dall’inizio più brillanti dal punto di vista fisico. CR7 e compagni sono, infatti, in fase avanzata di preparazione rispetto ai nerazzurri, visto che domani giocheranno la prima gara di Champions League asiatica. Sono loro a passare in vantaggio al minuto 23′, grazie alla rete di Abdulrahman Ghareeb, dimenticato da Bisseck. A pareggiare i conti, al tramonto del primo tempo è proprio Davide Frattesi. L’ex Sassuolo si inserisce in area con tempismo perfetto e, su assistenza di Dumfries, insacca di testa il pallone che vale la parità. E’ proprio per questo che Marotta e Ausilio lo volevano così tanto.

Inter, nuovi ingressi nella seconda frazione

Nella seconda metà di gara è la consueta girandola di cambi. Il portoghese Luís Castro cambia tutti gli effettivi in vista di domani. Il tecnico piacentino, invece, inserisce da subito Acerbi e Darmian in difesa, Asllani e Sensi a centrocampo, Dimarco e Cuadrado sugli esterni e Marcus Thuram a far coppia con Lautaro. Tutti i subentrati si rendono protagonisti di un’ottima prestazione, specie il colombiano, sempre pericoloso quando si isola sugli esterni e va a puntare l’avversario. Bene anche l’attaccante francese, che ha fatto vedere le sue qualità tecniche, esibendosi in un paio di accelerazioni. Sul finale del match c’è spazio anche per Di Gennaro, Aleksandar Stankovic, Esposito e Fabbian.

Sull’unica disattenzione nerazzurra del secondo tempo, gli arabi rischiano addirittura di passare in vantaggio, ma si divorano una ghiotta opportunità a tu per tu col portiere. L’Inter, dal canto suo, non riesce a concretizzare con il gol una mole di gioco impressionante: 22 tiri di cui 9 in porta. In questa fase di grandi carichi, come è normale che sia, manca un po’ di brillantezza. I primi principi di gioco, però, già si intravedono e questa, al momento, è la cosa più importante.

La prima amichevole in terra nipponica si conclude dunque sul risultato di 1-1. Testa ora al prossimo prestigioso appuntamento contro il PSG. Si giocherà il primo agosto a Tokyo, alle ore 12.20. L’asticella è sempre più alta.

LEGGI ANCHE: Inter, anche Lautaro deluso da Lukaku.

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio