News

Inter, due calciatori denunciati dopo una lite in discoteca: ecco di chi si tratta

I due tesserati avrebbero minacciato e strattonato un tifoso friulano

Il 6 gennaio 2024, dopo il lunch match tra Inter e Hellas Verona, un ragazzo friulano ha sporto denuncia contro due giocatori dell’Inter, per i fatti accaduti durante una festa privata nella celebre discoteca Hollywood di Milano. Vediamo più nel dettaglio di che cosa si tratta.

Inter, i due nerazzurri coinvolti nella lite ora rischiano grosso

Stando alle ricostruzioni delle principali testate giornalistiche nazionali, due giocatori nerrazzurri si sarebbero infastiditi per essere stati filmati e fotografati in alcuni momenti privati nel bel mezzo di una festa, a cui hanno partecipato anche tesserati della squadra scaligera. I diretti interessati avrebbero strappato il cellulare dalle mani del proprietario, per assicurarsi che non vi fosse nulla di compromettente al suo interno.

Il giovane ha dichiarato ai propri legali di essere anche stato strattonato fuori dal locale e minacciato verbalmente. Sai cosa ti può succedere se ti metti contro di noi”gli avrebbero detto gli atleti – pretendendo che il ragazzo pronunciasse un “Milan m***a!” prima di potersene andare. L’inchiesta sul caso è tuttora in corso e il cellulare della vittima è sotto sequestro per il rilevamento delle impronte.

I due nerazzurri coinvolti ora rischiano di essere incriminati per diversi illeciti, tra cui minaccia ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Uno di loro sarebbe Marko Arnautovic. Dell’altro, ancora nessuna ipotesi.

LEGGI ANCHE: Inter, Inzaghi: “Ero tranquillo, in questi giorni abbiamo lavorato bene”

 

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio