News

Inter-Monza 2-0, le pagelle: Lautaro il migliore, Barella impreciso

Una doppietta dell'argentino regala la prima vittoria ai nerazzurri

L’Inter esordisce in campionato con un convincente 2-0 a San Siro, davanti al proprio pubblico. Gara dominata dagli uomini di Simone Inzaghi che battono un Monza volitivo ma poco pericoloso. Lautaro Martinez, faro della squadra sigla una doppietta personale che dà subito morale e fiducia. Bene la retroguardia che è sempre attenta, il clean sheet di Sommer è davvero un bel segnale.

Ecco le pagelle dei nerazzurri:

Sommer 6: esordio tutto sommato tranquillo del portiere svizzero che a parte un paio di uscite basse e una paratina allo scadere, deve limitarsi a guardare i suoi compagni vincere la partita.

Darmian 6: compitino del difensore italiano che come al solito sbaglia niente e dimostra solidità, qualche piccola imprecisione in fase di impostazione che gli si può perdonare
84′ Bisseck sv: esordio per il difensore tedesco

De Vrij 7+: gioca con la sicurezza del “vecchio” De Vrij, quello per intenderci dello Scudetto. Sempre in anticipo, di piede e di testa, sempre concentrato, se è tornato ai suoi livelli non è detto che Acerbi sarò ancora il titolare del posto al centro della difesa; PREGHIAMO!

Bastoni 7,5: se nel calcio esistono i livelli, lui si vede che è di quello élite; anticipa con costanza gli avversari si propone sulla fascia dando sempre opzioni a Dimarco creando grattacapi alla difesa del Monza, sembra già in palla, stasera mostruoso

Dumfries 6,5: partita nella norma da parte dell’esterno destro olandese che sbaglia poco, corre tanto e condisce il tutto con l’assist per il gol di Lautaro Martinez
67′ Cuadrado 6: entra e fa quello che sa fare, punta l’uomo, mette qualche bella palla in area e corre senza sosta, acquisto prezioso!

Barella 5,5: il solito motorino a centrocampo, parte a destra, va a sinistra e poi torna a destra; stranamente impreciso dal punto di vista tecnico ma ad agosto chiudiamo un occhio

Chalanoglu 6: bene in fase difensiva, meno in fase di impostazione dove fa una partita sufficiente ma sicuramente non entusiasmante; sciupa un’ottima punizione dal limite, dal suo destro ci si poteva aspettare meglio

Mkhitaryan 6: classica partita sufficiente senza infamia e senza lode dell’armeno, finisce la gara da seconda punta

Dimarco 6+: gara ordinata del 32 nerazzurro che ara la fascia sinistra come suo solito, mette dentro qualche pallone interessante e nella ripresa sfiora il 2-0 prima con un mancino dalla distanza e poi con un destro a giro di poco al lato dall’interno dell’area di rigore, attento in fase difensiva
67′ Carlos Augusto 6: entra bene in partita, mette una palla interessante da piazzato, sfiora il gol con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner e un miracolo di Caldirola gli nega l’assist per il 3-0.

Thuram 6: deve migliorare sulla protezione del pallone ma fa un buon lavoro sporco recuperando anche qualche pallone interessante all’interno della metà campo difensiva, in ritardo su un interessante assist di Dumfries prima di essere sostituito, work in progress
67′ Arnautovic 7: entra, dispensa calcio e mette praticamente dentro la porta Lautaro che deve solo ringraziare e spingere in rete il gol del 2-0; impatto micidiale dell’austriaco che sembra urlare IO CI SONO e stavolta voglio esserci da protagonista. Bentornato

Lautaro 8: lotta, corre, fa giocare la squadra e soprattutto segna, 2 gol! Non male la prima ufficiale da capitano dell’Inter per il “Toro” argentino. Quest’anno è chiaramente lui la punta di diamante della squadra, che la salute lo assista! Peccato per il giallo.
80′ Frattesi sv: entra e tenta di inserirsi, per poco non viene mandato in porta da Arnautovic a cui rimane corto il tocco per l’ex Sassuolo

All. Inzaghi 7: buona la sua prima Inter stagionale che vince in casa contro un avversario con cui non era mai riuscita a vincere lo scorso anno, domina la partita a parte qualche breve e comprensibile pausa dovuta ai carichi di lavoro. L’Inter non prende gol e questa è una notizia, l’Inter non rischia praticamente nulla e questa è una notiziona. Ora bisogna dargli un difensore, magari una punta al posto di Correa (che non entra per Lautaro, indizio di mercato? ndr) e poi quest’anno niente scuse.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio