News

Juan Jesus non ci sta: "Acerbi ha cambiato versione"

Dopo la smentita di Acerbi continua il botta e risposta

La vicenda che sta colpendo Francesco Acerbi e Juan Jesus sta diventando un vero e proprio caso nazionale. Il difensore dell’Inter è stato accusato di essere sfociato in una frase razzista nei confronti del brasiliano durante il match di domenica sera tra Inter e Napoli.

Nel pomeriggio l’interista, di comune accordo con Luciano Spalletti, ha lasciato il ritiro della Nazionale e al suo rientro è stato è stato pizzicato da alcuni giornalisti in Stazione Centrale a Milano. Le sue dichiarazioni sono state chiare: ““Non ho mai detto nessuna frase razzista, sono molto sereno. Sono un professionista da vent’anni e so quello che dico, nessuna parola di quel tipo è uscita dalla mia bocca. è stato lui che ha frainteso. Dispiace aver lasciato la Nazionale, al razzismo dico vaff…”.

Juan Jesus non ci sta: “Dichiarazioni di Acerbi contrastanti”

Non è tardata ad arrivare la risposta del brasiliano che su Instagram ha pubblicato un post che smentisce Acerbi: “Per me la questione si era chiusa ieri in campo con le scuse di Acerbi e sinceramente avrei preferito non tornare su una cosa così ignobile come quella che ho dovuto subire.

Oggi peró leggo dichiarazioni di Acerbi totalmente contrastanti con la realtà dei fatti, con quanto detto da lui stesso ieri sul terreno di gioco e con l’evidenza mostrata anche da filmati e labiali inequivocabili in cui mi domanda perdono. Così non ci sto. Il razzismo si combatte qui e ora.

Acerbi mi ha detto “vai via nero, sei solo un negro”. In seguito alla mia protesta con l’arbitro ha ammesso di aver sbagliato e mi ha chiesto scusa aggiungendo poi anche: “per me negro è un insulto come un altro”.

Oggi ha cambiato versione e sostiene che non c’è stato alcun insulto razzista.

Non ho nulla da aggiungere.
#notoracism”

 

Simone Biancofiore

Classe '95 laureato in Scienze della Comunicazione all'Università di Bologna. Sono un giornalista pubblicista. Amo il calcio, la scrittura è la mia rivincita. Spesso credo nell'impossibile. Mi illudo? No, sogno.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio