News

Materazzi su Lukaku: "Dovrebbe imparare a guadagnarsi il rispetto"

L'ex difensore nerazzurro duro nei confronti del gigante belga

Marco Materazzi, ex difensore dell’Inter e quest’oggi icona assoluta del Japan Tour, ha rilasciato un’intervista tra le pagine de La Gazzetta dello Sport. Tra i tanti temi affrontati, anche la spinosa questione Romelu Lukaku, su cui il Campione del Mondo non è andato proprio così leggero. Di seguito, il contributo integrale.

“Per l’Inter è un momento di passaggio, una scelta deliberata della società che va condivisa e supportata. Siamo dentro un cambio generazionale, sono andati via giocatori fondamentali nel trasmettere cosa significa indossare questa maglia ai nuovi. Ora devono farlo elementi come Lautaro, Bastoni, Barella e Darmian. I nuovi arrivati sono giovani e forti, devono solo saper dimostrare il proprio valore in un ambiente con maggiori pressioni. Ma hanno poco da temere. Guarda Thuram, ad esempio: ha già giocato un Mondiale e deve solo far vedere chi è. Si è già messo sulle spalle la numero nove di Dzeko e Lukaku.

L’addio di Romelu fa discutere e la società ha fatto bene a virare su altri profili. Thuram ha voluto fortemente l’Inter, nonostante il forte interesse di altri grandi club. Forse perchè, avendo dei valori, si è ricordato l’apprezzamento del club nerazzurro anche due anni fa, prima dell’infortunio.

Su Lukaku dico che ognuno è responsabile delle proprie azioni. Lui sa quanto il club abbia fatto per lui, per ben tre volte: la prima, prendendolo dallo United, la seconda riaccogliendolo dopo l’anno al Chelsea e la terza dimostrandogli di volerlo ancora. Dovrebbe fare come Onana, un signore, conquistandosi il rispetto. Dovrebbe aprire il suo cuore e dire quello che sente, così si eviterebbero molte incomprensioni. Ha fatto molto per questa maglia, ma sa anche quanto la società teneva a lui.

Parlare sarebbe la cosa più giusta da fare, per la società, per i tifosi e anche per i compagni. Perchè tutti meritano rispetto. Non si è mai visto andare via un giocatore dopo uno scudetto perchè voleva la Premier per dopo essere riaccolto come un figliol prodigo. Ora andare via così è una vera pugnalata“.

Al termine dell’intervista Materazzi si è espresso sulle potenzialità della squadra, che a suo parere deve ripartire dall’ossatura di Istanbul. I nuovi arrivati, però hanno contribuito a colmare il gap con la capolista Napoli.

LEGGI ANCHE: Sabatini: “Che fine hanno fatto i soldi incassati dalla Champions?”

 

 

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio