News

Pagelle Inter-Empoli 2-0: Mkhitaryan MOTM, Dimarco decisivo mentre il Toro è ancora digiuno ma prezioso

Audero 6,5: partita attenta per l’ex Sampdoria che si fa trovare sempre pronto. Compie un intervento importante al 26′ del primo tempo su una conclusione dalla distanza di Marin.

Pavard 7: in fase difensiva bada al sodo, mentre in fase offensiva è praticamente un attaccante aggiunto. Al 64′ l’intervento provvidenziale di Bereszyński gli nega la gioia del gol.

Acerbi 6,5: prestazione con la massima concentrazione per il difensore lombardo. Non era facile dopo le polemiche delle ultime settimane. Limita in tutti i modi un avversario scomodo come Niang.

A. Bastoni 7,5: sesto assist in campionato (terzo consecutivo) ed ennesima prestazione da top-player. Sotto la gestione Inzaghi l’ex Parma sta crescendo notevolmente in fase offensiva, al 18′ sfiora il gol ma il palo gli nega la gioia del gol (dal 77′ Dumfries 6: era in ballottaggio con Darmian. L’olandese entra e regala l’assist per il 2-0 targato Sanchez, utile nelle battute conclusive in fase difensiva).

Darmian 6: l’Empoli spinge sulla sua corsia, soprattutto nel primo tempo. Soffre un po’ la dinamicità di Niang la corsa di Pezzella. Al 76′ viene spostato a sinistra con l’ingresso di Dumfries.

Barella 7: il centrocampista sardo combatte, corre tantissimo ed è sempre pericoloso quando mette i palloni in area di rigore. Al 51′ si divora il gol del possibile 2-0. Il solito motorino.

Calhanoglu 6,5: il problema all’adduttore accusato nel riscaldamento non limita il turco che compie l’ennesima buona prestazione (dal 68′ Asllani 6: prende il posto del turco sul risultato di 1-0 e lo fa con ordine. Al 79′ ci prova con personalità ma la sua conclusione non impensierisce Caprile).

Mkhitaryan 8: se non riposa mai un motivo ci sarà e la partita di questa sera è l’ennesima conferma. L’armeno è ovunque, un calciatore totale. Determinante in fase difensiva come è successo al 14′ su Gyasi, poi quando attacca e cambia marcia è imprendibile (dal 83′ Frattesi s.v)

Dimarco 7,5: l’Empoli porta bene al numero 32. All’andata era stato decisivo, lo è anche stasera siglando la quinta rete in campionato. E’ il solito Dimash (dal 68′ Carlos Augusto 6: Inzaghi sfrutta la sua duttilità. Viene prima inserito come quinto, poi spostato come braccetto quando esce Bastoni. Il brasiliano risponde senza sbavature).

Thuram 6: nel primo tempo si è rivisto il francese della prima parte di stagione. Viene spesso cercato dai suoi compagni con giocate in verticale perché non dà mai punti di riferimento. Si spegne nella ripresa.

Lautaro 6,5: ha un incredibile voglia di fare gol e lo dimostra in tutti i modi. Il Toro, però, resta a secco per la quarta partita consecutiva in campionato. Nonostante le fatiche con la nazionale fa un ottimo lavoro senza palla, si abbassa, si sacrifica spesso e crea un paio di palle-gol. Viene sostituito a 14 minuti dalla fine e la sua faccia è tutto un programma. Il gol manca ma stasera è stato prezioso (dal 76′ Sanchez 6: entra bene in campo e nel finale segna la rete del 2-0 con qualche brivido).

Simone Inzaghi 7,5: 150esima panchina e 100esima vittoria con l’Inter. Una serata da ricordare. I nerazzurri giocano un calcio moderno e il merito va all’allenatore piacentino. Nel primo tempo la squadra gioca un ottimo calcio con tanto movimento e pochi punti di riferimento. L’impressione è che tutti sanno fare tutto. I difensori sono attaccanti aggiunti e questo rende la sua Inter ancor più pericolosa.

 

 

Simone Biancofiore

Classe '95 laureato in Scienze della Comunicazione all'Università di Bologna. Sono un giornalista pubblicista. Amo il calcio, la scrittura è la mia rivincita. Spesso credo nell'impossibile. Mi illudo? No, sogno.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio