News

PAGELLE - Inter-Juventus 1-0: prestazione totale, Calha il primo della classe

L'autorete di Gatti consegna tre punti d'oro ai nerazzurri

L’Inter si aggiudica la spettacolare sfida al vertice contro la Juventus. Decisiva l’autorete di Gatti. Dopo un primo tempo in cui i nerazzurri hanno tenuto in mano il pallino del gioco, nella ripresa occasioni e spettacolo da entrambe le parti.

Inter-Juventus 1-0, le pagelle

SOMMER 6: stasera è il classico ‘sei politico’, praticamente non si sporca i guanti. Mette a referto un altro clean sheet di straordinaria importanza.

PAVARD 7,5: in fase offensiva i suoi traversoni anticipati sono una gioia per gli occhi, sempre precisi e taglienti. In difesa tampona con gran tempismo e lettura ogni avanzata bianconera. Rovescia a centro area il pallone che vale l’1-0 dell’Inter.

ACERBI 6,5: ogni pallone piovuto nell’area nerazzurra oggi era roba sua. Centravanti aggiunto quando bisogna spingere, un baluardo quando c’è da stringere i denti. Ad avercene come lui.

BASTONI 6,5: nella prima metà si propone bene sovrapponendosi sulla fascia. Grande sacrificio anche in fase difensiva, in cui si rende elemento difficile da saltare (dal 88’ DE VRJI: Sv).

DARMIAN 6: la solita prova “alla Darmian”. La cosa giusta, nel posto giusto, al momento giusto. E’ a tutti gli effetti l’equilibratore del gruppo, quello a cui ti rivolgi quando non sai cosa fare. Lui, tanto, risponde sempre presente (dal 72’ DUMFRIES 6: stasera i suoi cambi di passo e fisicità sono serviti. Consegna ad Arnautovic un pallone solo da spingere in rete, l’austriaco se lo divora. Per sua fortuna era fuorigioco).

CALHANOGLU 8 (Mvp): qui non si tratta di calcio, ma di opera d’arte. Le sue aperture panoramiche spalancano le ripartenze nerazzurre. Nella ripresa, tentando da fuori, prima sfiora la traversa e poi scheggia il palo. Stasera la regia era di quelle da premio oscar. Prestazione da primo della classe. Su-per-la-ti-va!

BARELLA 7: un miracolo di Szczesny gli nega la gioia personale, ma stavolta è autore di una prova di grande intelligenza. Gestisce bene le forze e le emozioni, alternando dinamismo e tempi di gioco più ragionati (dal 88’ KLAASSEN: Sv).

MKHITARYAN 7: nel primo tempo si rende pericoloso con un velenoso tiro dalla distanza deviato in corner. In generale, offre una prestazione di grande sostanza in ambedue le metacampo. Preciso nei recuperi, veloce nella percussione palla al piede.

DIMARCO 7,5: non riesce a battere in rete al volo sul delizioso traversone di Pavard, ma rimedia mettendo più volte i compagni davanti al portiere avversario. Fa avanti e indietro sulla corsia fino allo sfinimento. Il cambio era obbligato (dal 73’ CARLOS AUGUSTO 6: entra in campo col piglio giusto, svolgendo attentamente ambedue le fasi).

THURAM 6,5: quando parte in velocità lo fermi solo tirandogli la maglia. Stasera fa bene anche tutto il lavoro di pulizia del possesso. Propizia l’autogol di Gatti con un inserimento in area, ma pecca ancora di incisività nella scelta finale. Il giallo all’uscita dal campo si poteva evitare. (Dal 77’ ARNAUTOVIC: 5,5: il fuorigioco sulla clamorosa palla gol fallita gli risparmia una grave insufficienza. Ma siamo alle solite, se giochi nell’Inter non si può fare).

LAUTARO 6+: stasera avrebbe voluto sicuramente timbrare il cartellino dei marcatori, ma con il francobollo Bremer attaccato addosso non è facile per nessuno. Comunque sia, si sacrifica alla causa guadagnando diversi falli.

All. INZAGHI 7: oggi era importante vincere sì, ma la sua squadra lo ha fatto pure con qualità di gioco. Una grande prova di forza del collettivo. Apprezzabile anche la scelta di tardare di un po’ i cambi rispetto al solito, nell’idea di non toccare un meccanismo che gira alla perfezione. Da stasera, ancor più primo. Può guardare ai prossimi impegni – Champions compresa – con relativa serenità dovuta al vantaggio.

LEGGI ANCHE: Non dirmi che ti sei perso la preview di Inter-Juve… corri subito a recuperarla!

JUVENTUS: Szczesny 7, Danilo 6, Bremer 6,5, Gatti 5,5 (dall’88′ Alex Sandro Sv), Cambiaso 5,5 (dall’88′ Miretti Sv) Locatelli 6, Rabiot 6,5, Mckennie 6,5 (dal 90’ Alcaraz Sv) Kostic 5,5 (dal 66’ Weah 6), Yildiz 5,5 (dal 66’ Chiesa 6), Vlahovic 5. All. Allegri 5,5.

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio