News

Real Sociedad-Inter 1-1, Lautaro agguanta un insperato pareggio

I nerazzurri soffrono ma portano a casa un punto, prestazione rivedibile.

Esordio europeo complicato per l’Inter, che in terra spagnola rimedia un pareggio sofferto contro la Real Sociedad, subendo il palleggio e la pressione avversaria per larghi tratti. Lautaro Martinez riprende il vantaggio di Brais Mendez.

Real Sociedad-Inter: la sintesi del match

In vista dei tantissimi impegni ravvicinati, Simone Inzaghi inizia a coinvolgere l’intero organico e ne cambia cinque rispetto al derby. In difesa riposa Acerbi, spazio a De Vrij, mentre debutta Pavard al posto di Darmian. In cabina di regia non c’è Calhanoglu, sostituito da Asllani, mentre sulla corsia mancina viene data fiducia a Carlos Augusto. La vera sorpresa però è nel reparto avanzato: al fianco di Lautaro non c’è Thuram ma bensì Arnautovic.

Parte fortissimo la squadra spagnola che, al primo affondo colpisce il palo con una conclusione dall’interno dell’area. Al 3′ minuto, i padroni di casa trovano subito il vantaggio con Brais Mendez, che scippa Bastoni e trafigge l’incolpevole Sommer. Grave errore in uscita del difensore nerazzurro. L’Inter approccia malissimo alla gara, soffrendo il pressing intenso e le continue iniziative degli uomini di Aguacil anche dopo lo schiaffo subito. Al contrario, gli spagnoli palleggiano a meraviglia, con grande ritmo e pulizia tecnica, sfiorando il raddoppio al minuto 38’ con Le Normand, che di testa spedisce di poco a lato l’invito di Kubo. La Real Sociedad chiude la prima frazione meritatamente in vantaggio.

Ad inizio ripresa il copione non cambia e solo un grande intervento dell’estremo difensore svizzero su Oyarzabal evita il raddoppio. Il tecnico piacentino, dunque, corre ai ripari, inserendo forze fresche dalla panchina. Il Var si rende protagonista in due occasioni: dapprima revocando un’assurda espulsione assegnata sul campo a Barella (68’) e poi annullando per fuorigioco il possibile gol del pareggio di Thuram (75’), su invito di Carlos Augusto. Nei minuti conclusivi, la Beneamata aumenta i giri del motore e trova un insperato pareggio, con Lautaro che insacca su grande assist di Frattesi (86’).

L’Inter comincia dunque la sua nuova avventura in Champions League con un pareggio esterno, salvata da un guizzo del suo capitano. Ci si aspettava ben altro esordio dai vice-campioni d’Europa, ma per come si è sviluppata la gara, il punto è tutt’altro che da buttare. Se la reale intenzione è quella dichiarata dal tecnico nel pre-gara, in futuro servirà alzare di molto l’asticella della prestazione.

Real Sociedad-Inter: il tabellino della gara

Di seguito, il tabellino del match:

REAL SOCIEDAD (4-3-3): 1 Remiro; 18 Traoré, 5 Zubeldia, 24 Le Normand, 17 Tierney (3 Muñoz 62′); 23 Mendez (20 Pacheco 85′), 4 Zubimendi, 8 Merino; 14 Kubo (2 Odriozola 72′), 10 Oyarzabal (19 Sadiq 72′), 7 Barrenetxea (11 Cho 62′). A disposizione: 30 Ayesa, 32 Unai Marrero, 12 Zakharyan, 16 Olasagasti, 22 Turrientes, 26 Gonzalez, 28 Magunacelaya. Allenatore: Imanol Alguacil.

INTER (3-5-2): 1 Sommer; 28 Pavard, 6 De Vrij (15 Acerbi 76′), 95 Bastoni (32 Dimarco 55′); 2 Dumfries, 23 Barella, 21 Asllani (16 Frattesi 55′), 22 Mkhitaryan (70 Sanchez 69′), 30 C. Augusto; 8 Arnautovic (9 Thuram 55′), 10 Lautaro. A disposizione: 12 Di Gennaro, 77 Audero, 14 Klaassen, 31 Bisseck, 36 Darmian. Allenatore: Simone Inzaghi.

Arbitro: Oliver (ENG). Assistenti: Burt, Cook (ENG). Quarto ufficiale: Madley (ENG). VAR: Attwell (ENG). Assistente VAR: Bebek (CRO).

Marcatori: 4′ Mendez (RS), 87′ Lautaro (I).

Ammoniti: Asllani (I), Mkhitaryan (I), Pavard (I), Traoré (RS), Zubeldia (RS) Note: ammonito S. Inzaghi (I).

LEGGI ANCHE: Inter, le voci dei protagonisti nel post-partita. Senti Lautaro…

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio