News

SERIE A - Inter-Bologna 2-2: gli ospiti rimontano il doppio svantaggio iniziale

Orsolini e Zirkzee riprendono il doppio vantaggio firmato Acerbi e Lautaro

Nell’ottavo turno di Serie A, l’Inter spreca una grande occasione e, dopo essere andata in doppio vantaggio nei primi 12′ minuti, si fa rimontare dal Bologna. Orsolini su rigore e Zirkzee nella ripresa riprendono Acerbi e Lautaro. Si attende ora il risultato dei rivali rossoneri.

Inter-Bologna, la sintesi della partita

I nerazzurri per andare alla sosta in testa alla classifica, i rossoblu per continuare ad alzare l’asticella nel proprio ambizioso cammino. Inzaghi riconferma gli stessi undici che poche ore fa hanno battuto il Benfica. Thiago Motta ha un’intera linea difensiva ai box, ma non prende gol da oltre 400 minuti.

Al Meazza la prima grande occasione è per gli ospiti, che dopo una partenza sbarazzina sfiorano il vantaggio al 4’ con un tiro da fuori area. Sommer, immobile, lo guarda spegnersi sul fondo. Come solo le grandi squadre sanno fare, i padroni di casa passano alla prima occasione utile: Calhanoglu pennella da corner sulla testa di Acerbi, che anticipa il proprio marcatore e fa 1-0. Due minuti più tardi arriva il raddoppio: la Beneamata recupera la sfera sulla trequarti avversaria, Lautaro non ci pensa due volte ed esplode un destro dai 25-30 metri che si insacca alle spalle dell’incolpevole Skorupski. Poco più tardi, l’argentino commette un’ingenuità e cintura Ferguson in area. Dopo On field review, l’arbitro concede il calcio di rigore per gli ospiti. Orsolini dal dischetto non sbaglia e riapre la partita (19’). Dopo venti minuti di botta e risposta, i ritmi si abbassano. Un altro paio di occasioni per i padroni di casa precedono il duplice fischio.

Nella ripresa i rossoblu trovano il pareggio con una grandissima giocata di Zirkzee, che stoppa, finta di puntare la retroguardia avversaria e poi piazza un destro di precisione da fuori area, che si insacca imparabilmente sul primo palo (52’). Incredibile rimonta, da 0-2 a 2-2. Al 58’ il Var annulla per fuorigioco il possibile 3-2 di Sanchez. Inzaghi prova a rompere l’equilibrio con i cambi, ma l’unico subentrato che contribuisce realmente è Carlos Augusto. L’Inter attacca a testa bassa, portando addirittura Bastoni a fare il centravanti aggiunto, ma il risultato non si schioda dalla parità.

Grande reazione del Bologna, che recupera un doppio svantaggio con grande personalità. I padroni di casa gettano al vento la vittoria, sprecando il doppio vantaggio iniziale. Le fatiche di Champions, quest’oggi si sono fatte sentire. Si attende ora il risultato dei rivali rossoneri.

Inter-Bologna, il tabellino del match

Di seguito, il tabellino della gara:

NTER (3-5-2): 1 Sommer; 28 Pavard, 15 Acerbi, 95 Bastoni; 2 Dumfries (7 Cuadrado 54′), 23 Barella, 20 Calhanoglu (21 Asllani 82′), 22 Mkhitaryan (16 Frattesi 75′), 32 Dimarco (30 Carlos Augusto 54′); 9 Thuram (70 Sanchez 54′), 10 Lautaro. A disposizione: 12 Di Gennaro, 77 Audero, 5 Sensi, 6 De Vrij, 14 Klaassen, 31 Bisseck, 36 Darmian, 42 Agoume. Allenatore: Simone Inzaghi.

BOLOGNA (4-2-3-1): 28 Skorupski; 29 De Silvestri (16 Corazza 82′), 31 Beukema, 33 Calafiori, 22 Lykogiannis; 8 Freuler, 20 Aebischer; 7 Orsolini (17 El Azzouzi 82′), 19 Ferguson, 11 Ndoye (56 Saelemaekers 60′); 9 Zirkzee (77 Van Hooijdonk, 75′). A disposizione: 34 Ravaglia, 50 Gasperini, 6 Moro, 10 Karlsson, 14 Bonifazi, 80 Fabbian, 82 Urbanski. Allenatore: Thiago Motta.

Marcatori: 11′ Acerbi (I), 13’Lautaro (I), 19′ rig. Orsolini (B), 52′ Zirkzee (B).

Ammoniti: Ndoye (B), Lautaro (I), Bastoni (I). Note: ammonito Simone Inzaghi.

Arbitro: Guida; assistenti: Prenna, Di Gioia; quarto ufficiale: Feliciani. VAR: Marini; Assistente VAR: Maresca.

 

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio