News

SERIE A - Lecce-Inter 0-4, le pagelle: Lautaro a quota 101, Frattesi un lusso

Al Via del Mare di Lecce è uno show a tinte nerazzurre

Cambiano gli interpreti, non la qualità. E neanche il risultato finale. Nonostante le assenze, l’Inter fa ciò che vuole al Via del Mare e schianta il Lecce con un netto 4-0. In gol Lautaro Martinez (doppietta), Frattesi e De Vrij.

Lecce-Inter 0-4, le pagelle

AUDERO 6: sostituisce bene l’influenzato Sommer, mantenendo la porta inviolata alla pari dell’esimio collega. Qualche brividino con i piedi, ma la sua ferma volontà d’impostare dal basso si rivela importante.

BISSECK 6,5: parte palla al piede in iniziativa personale e avvia l’azione che porta al 2-0. Ogni volta che viene impiegato risponde presente.

DE VRIJ 7: impeccabile nelle chiusure, Piccoli non pervenuto. Ciliegina sulla torta di una fantastica prestazione, il gol del definitivo 4-0.

CARLOS AUGUSTO 6,5: ottima prova anche come braccetto. Annulla il potenziale offensivo di Almqvist.

DUMFRIES 6: molto attento in fase difensiva, un po’meno in quella offensiva. Talvolta è impreciso nel servire i compagni, ma la sua spinta sulla destra si fa sentire, eccome.

FRATTESI 7,5: se tieni in panchina un giocatore del genere significa che hai davvero un organico di lusso. Oggi il ragazzo ha la sua chance dal 1′ e la sfrutta benissimo come sempre: gol e assist. Che bellezza (dal 76′ AKINSAMIRO 6: debutto in prima squadra con un paio di iniziative interessanti palla al piede. Il ragazzo ha personalità e si vede).

ASLLANI 6,5: amministra bene in cabina di regia, servendo a Lautaro l’assist per la rete che apre le danze. L’ammonizione si poteva evitare (dal 55′ BARELLA 6: gioca in scioltezza, in modalità risparmio energetico).

MKHITARYAN 6: sempre elegante nel capovolgere il fronte, stavolta avrebbe potuto essere più incisivo sotto porta. Peccato per lui, si meriterebbe la gioia personale (dal 65′ KLAASSEN 6: entra e amministra con grande intelligenza).

DIMARCO 6,5: dopo un tiepido primo tempo, nella ripresa aumenta i giri e si rivela più fastidioso sull’out mancino. Serve a De Vrij l’assist del 4-0 su calcio d’angolo (dal 76′ BUCHANAN 6: meno esplosivo rispetto all’esordio, ma comunque efficace. Continua il processo d’inserimento).

SANCHEZ 7: sfrutta alla grande l’occasione della titolarità e regala sprazzi del miglior Niño Maravilla, anche se ormai è tutt’altro che un bambino. Ripulisce un sacco di palloni e li smista con qualità verso i compagni. Suo l’assist per il gol di Frattesi, dopo aver seduto un avversario a suon di finte. Contribuisce anche al 3-0 dei suoi con uno splendido lancio in profondità.

LAUTARO 8 (Mvp): apre le danze segnando il centesimo gol in Serie A. Non soddisfatto, si fa trovare pronto sullo splendido invito del solito Frattesi. E sono 101 (dal 65′ ARNAUTOVIC 6: permette al Toro di rifiatare. Falcone gli nega la gioia personale con un grande intervento).

All. INZAGHI 7,5: cambia diversi interpreti, ma da come ha giocato l’Inter stasera sembra che non tocchi la formazione dall’estate scorsa. Tutti – nessuno escluso – quando vengono chiamati in causa rispondono presenti. E il merito di ciò è soprattutto del piacentino, che fa sentire sempre tutti coinvolti. Un must delle sue gestioni, che gli sta dando piena ragione.

LEGGI ANCHE: Inter, Calha è sicuro: “Sono io il miglior regista!”

LECCE: Falcone 5,5, Gendrey 5,5, Baschirotto 5, Touba 5 (dal 57′ Gonzalez 5,5), Gallo 6, Blin 6, Ramadani 6 (dal 78′ Berisha sv), Rafia 5,5 (dal 57′ Kaba 5,5), Almqvist 5,5 (dal 77′ Oudin sv), Piccoli 5, Sansone 5,5 (dal 57′ Banda 6). All. D’Aversa 5,5.

 

 

 

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio