News

SERIE A - L'Inter batte il Cagliari per 2-0

Dumfries e Lautaro archiviano la pratica nella prima frazione

Nella seconda giornata di Serie A, l’Inter supera il Cagliari per 2-0. Alla Unipol Domus decisive le reti nel primo tempo di Denzel Dumfries e Lautaro Martinez. Nella ripresa la reazione dei rossoblù, affidata all’estro di Zito Luvumbo. I nerazzurri gestiscono il vantaggio senza particolari patemi e centrano il secondo successo in altrettante partite di campionato. Di seguito, il tabellino e la sintesi del match.

Cagliari-Inter 0-2: il tabellino

CAGLIARI (4-4-2): 1 Radunovic; 28 Zappa (61 Shomurodov 85′), 4 Dossena, 33 Obert, 27 Augello; 8 Nandez, 29 Makoumbou, 25 Sulemana (14 Deiola 85′), 21 Jankto (37 Azzi 60′); 30 Pavoletti (77 Luvumbo 35′), 19 Oristanio (99 Di Pardo 46′). A disposizione: 18 Aresti, 22 Scuffet, 3 Goldaniga, 10 Viola, 16 Prati, 39 Kourfalidis. Allenatore: Claudio Ranieri.

INTER (3-5-2): 1 Sommer; 36 Darmian, 6 De Vrij, 95 Bastoni; 2 Dumfries (7 Cuadrado 71′), 23 Barella (16 Frattesi 71′), 20 Calhanoglu, 22 Mkhitaryan (5 Sensi 82′), 32 Dimarco (30 Carlos Augusto 71′); 9 Thuram (8 Arnautovic 77′), 10 Lautaro. A disposizione: 12 Di Gennaro, 77 Audero, 21 Asllani, 31 Bisseck, 34 Agoumé, 48 Guercio, 49 Sarr, 50 A. Stankovic. Allenatore: Simone Inzaghi.

Marcatori: 21′ Dumfries (I), 30′ Lautaro (I)

Cagliari-Inter 0-2, la sintesi del match

L’Inter bissa il successo della prima giornata ed espugna la casa del Cagliari all’insegna del bel gioco, della solidità difensiva ed uno sforzo collettivo fino all’ultimo pallone. Il gol del vantaggio arriva al 21′: Thuram recupera il pallone e lo serve sulla corsa a Dumfries, che ringrazia e fa 1-0 con un diagonale chirurgico, imprendibile per Radunovic. Il raddoppio è un pezzo di bravura di Lautaro, che sterzando dolcemente in area fa sedere tutta la retroguardia rossoblù prima di depositare il 2-0 in fondo al sacco.

Nella ripresa gli isolani si affidano alle iniziative di Zito Luvumbo, sempre molto rapido e pungente ma contenuto dai nerazzurri, che in qualche modo riescono sempre a gestirlo. Nel finale, il montante nega la gioia a Calhanoglu, mentre Sommer mantiene la porta inviolata con un grande intervento.

Complimenti agli avversari per aver giocato al meglio la propria partita, sempre compatti e ordinati, esattamente come richiesto dal tecnico Claudio Ranieri. Contro una squadra con questo spirito però, c’è ben poco da fare. Due successi su due senza subire reti. La strada è quella giusta, avanti così.

LEGGI ANCHE: Inter, scoppia il caso Pavard. Vestirà in nerazzurro?

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio