News

Torino-Inter 0-3, le pagelle: Thuram straripante, Inzaghi la vince con i cambi

Il figlio d'arte la sblocca, Lautaro e Calha completano l'opera

All’Olimpico Grande Torino, l’Inter conquista una vittoria fondamentale per il proprio cammino, ritrovando momentaneamente la vetta. Il risultato di 0-3 non mostra le grandi insidie che la Beneamata ha dovuto superare per battere gli uomini di Juric. I Granata staccano la spina dopo il grave infortunio di Schuurs, Simone Inzaghi la decide con le mosse dalla panchina.

Inter-Torino 0-3, le pagelle

SOMMER 6,5: due grandi parate su Seck e Pellegri tengono a galla la squadra sul finale di primo tempo,  nel momento di forcing maggiore degli avversari. Il resto è ordinaria amministrazione, anche oggi a reti bianche.

PAVARD 6: ordinato in fase difensiva, poteva contribuire un po’ di più come braccetto nel creare la superiorità numerica sugli esterni. (56’ DUMFRIES 7: mai cambio fu più azzeccato. Entra dalla panchina e dopo appena 4 minuti serve a Thuram l’assist dello 0-1, che sblocca un match complicatissimo. Sempre incisivo sulla sua corsia di competenza).

DE VRIJ 6: se Pellegri non si muove è soprattutto merito suo. Mai una sbavatura in fase difensiva. Anche quando entra Sanabria il copione non cambia. Con Stefan al centro della difesa non si passa.

ACERBI 6,5: pizzica il pallone che Lautaro trasforma nel gol dello 0-2 sugli sviluppi di calcio d’angolo. In fase d’impostazione è il più pulito.

DARMIAN 6: inizia il match come esterno di destra e, in quella posizione, è poco pungente. Con l’ingresso di Dumfries torna a fare il terzo di destra nella retroguardia. Sempre puntuale nelle chiusure.  (90+2 BISSECK: Sv).

BARELLA 5: soffre la pressione asfissiante dei diretti avversari. Costretto a giocare di prima, sbaglia qualche pallone di troppo. Poco partecipe anche in fase offensiva. Il fallo su Schuurs, uscito in lacrime per grave infortunio, gli costa un giallo evitabile. (56’ FRATTESI 6: entra bene dalla panchina ed effettua continue incursioni palla al piede in area di rigore, procurandosi diversi tiri dalla bandierina).

CALHANOGLU 6,5: nel primo tempo perde qualche pallone di troppo in impostazione. Nella ripresa, aumenta i giri del motore: è lui a battere magistralmente il corner che porta al raddoppio dei nerazzurri. Segna anche il rigore del punto esclamativo in pieno recupero.

MKHITARYAN 6: al tramonto di una gara un po’ complicata per ragioni prettamente fisiche, si procura il rigore dello 0-3 con una splendida – e altrettanto generosa- sgroppata in velocità nei minuti di recupero.

DIMARCO 5: quest’oggi molto limitato, quasi mai nel vivo del gioco. A tratti sembrava non fosse nemmeno in campo. Da uno come lui ci si aspetta di più. (56’ CARLOS AUGUSTO 5,5: quando si dice nè carne nè pesce. Il brasiliano continua a non incidere e si lascia prendere da un eccessivo – quanto ingiustificato – nervosismo, che gli costa un provvedimento disciplinare).

THURAM 7,5 (MVP): i suoi movimenti in profondità danno opzioni di passaggio ai centrocampisti in un primo tempo serratissimo. Segna il gol del momentaneo 0-1 su assist di Dumfries. Stappare la partita si rivela fondamentale per il successo dell’Inter.

LAUTARO 6,5: dopo un primo tempo di sofferenza, in cui deve giocare spalle alla porta e scendere fino a metacampo per ricevere qualche pallone, firma il raddoppio di testa sugli sviluppi di calcio d’angolo. In qualche modo, la sua firma la mette sempre (81’ KLAASSEN: Sv).

All. SIMONE INZAGHI 7: continua a dare spazio a tutti (ma proprio a tutti!), ruotando gli uomini e rendendoli tutti parte integrante di un progetto. E’così che si cementa un gruppo. Quando serve, risolve le situazioni attingendo dalla panchina. Oggi è uno di quei giorni, è così che si vincono le partite. Se spesso viene aspramente criticato per alcune scelte, allo stesso modo, gli va riconosciuto pieno merito quando le azzecca.

LEGGI ANCHE: Inter, occhio al Torino di Juric

TORINO: Milinkovic-Savic 5,5; Tameze 6; Schuurs 6 (Sazonov 6), Rodriguez 5.5; Bellanova 5.5; Ricci 5; Linetty 5.5 (Ilic Sv.); Lazaro 5 (Vojvoda Sv); Vlasic 5; Seck 5,5 (Gineitis 5,5); Pellegri 5 (Sanabria 5). All. Juric: 6.

 

 

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio