News

UCL - Inter-Atletico Madrid 1-0: Barella straripante, Arnautovic rompe la maledizione

Decisiva la rete dell'austriaco, che si sblocca dopo aver sprecato tre occasioni clamorose

In una grande notte di Champions a San Siro, l’Inter si aggiudica l’andata della sfida contro l’Atletico Madrid (Ottavi UCL). Decisiva la rete di Marko Arnautovic al 79′, subentrato all’intervallo al posto dell’infortunato Thuram.

Inter-Atletico Madrid 1-0, le pagelle

SOMMER 6: un paio di uscite con il giusto tempismo e poco altro. Non effettua alcuna parata e anche stavolta mantiene la porta inviolata.

PAVARD 6,5: prestazione di livello europeo per il francese. Dietro è perfetto per letture di gioco ed impostazione. In avanti, dà una grossa mano sovrapponendosi spesso a Darmian.

DE VRIJ 6: dà sicurezza sia quando gli avversari giocano col falso nueve, sia quando entra il centravanti di ruolo, ovvero Morata. Bravo a respingere con pulizia tutti i palloni che piovono nell’area nerazzurra.

BASTONI 6,5: mette a disposizione la qualità del suo mancino sia in fase d’impostazione che in quella offensiva, provando a servire diverse volte i compagni. Nella ripresa accompagna un po’ di più, senza però mai trascurare i suoi compiti difensivi.

DARMIAN 6: Inzaghi lo manda in campo con l’intenzione di mantenere un assetto iniziale piuttosto equilibrato. L’intento riesce alla perfezione (dal 69′ DUMFRIES 6: negli ultimi venti minuti dà quella spinta in più sulla destra che mette in allerta i Colchoneros).

CALHANOGLU 5,5: complici anche le maglie avversarie piouttosto strette, quella di ieri non può dirsi la sua miglior prestazione. Gestisce con ordine sì, ma non trova mai la traccia illuminante per mandare in porta i compagni.

BARELLA 7,5 (Mvp): senza ombra di dubbio il migliore in campo. La sua è una prestazione totale, da instancabile motorino di centrocampo. Recupera un’infinità di palloni, li amministra alla perfezione e avvia diverse ripartenze strappando in velocità.

MKHITARYAN 5,5: anche l’armeno soffre le barricate innalzate dal Cholo. Nel primo tempo commette diversi errori tecnici, che testimoniano la difficoltà della sua serata. Un po’ meglio nella ripresa (dal 73′ FRATTESI 7: il suo ingresso in campo non passa mai inosservato. Propizia il gol del vantaggio con una splendida giocata).

DIMARCO 6: trova poco spazio per sfoderare la sua velocità sulla corsia di sinistra, ma serve ad Arnautovic uno splendido pallone che meritava miglior sorte (dal 69′ CARLOS AUGUSTO: entra bene in partita, garantendo spinta e dinamismo. Saggio nello spendere il fallo tattico in pieno recupero).

THURAM 6: con una retroguardia schierata in quel modo, gli strappi in velocità sono un’impresa per chiunque. Lui ci prova comunque, con un destro dal limite che gli vale una contrattura e l’uscita dal campo all’intervallo (dal 45′ ARNAUTOVIC 6,5: sembra la solita serata nera per l’attaccante, che spreca tre palle gol clamorose di fronte a Oblak. Al quarto tentativo la maledizione finisce e l’austriaco segna una rete che potrebbe rivelarsi fondamentale per la qualificazione).

LAUTARO 7: si sacrifica alla causa dando anima e corpo. Partecipa a tutte le chiare occasioni da gol dei nerazzurri e consegna al compagno di reparto un tap-in facile facile da trasformare in oro. Avrebbe meritato anche il gol, ma va bene così (dal 88′ SANCHEZ 6: ha pochi minuti a disposizione, ma risponde presente con uno splendido aggancio volante e successiva apertura, che porta ad un’altra occasione per l’Inter. La classe non gli è mai mancata).

All. INZAGHI 7: l’esame di ieri sera era dall’esito tutt’altro che scontato. Schiera i migliori undici a disposizione, che giocano con una sicurezza e una solidità di princìpi a dir poco disarmante. Non concedere neanche un’occasione agli avversari stavolta non era facile come contro la Salernitana. Vincere senza Thuram per un tempo era forse ancor più complicato. Azzecca anche tutti i cambi, che danno nuova energia alla squadra quando più ce n’era bisogno.

LEGGI ANCHE: Inter, incasso da record nella notte di Champions

ATLETICO MADRID: Oblak 6,5, Gimenez 6 (dal 46′ Savic 6), Witsel 6, Hermoso 6 (dal 68′ Reinildo 5,5), Molina 5,5 (dal 68′ Barrios 6), De Paul 5, Koke 5,5, Saul 6 (dal 54′ Morata 5,5), Lino 6,5, Llorente 5,5, Griezmann 5,5 (dal 78′ Correa sv). All. Simeone 5.

 

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio