News

UCL - Inter-Benfica 1-0: la decide Thuram ad inizio ripresa

L'Inter vince e aggancia la Real Sociedad in testa al gruppo D a quota 4 punti

Inter-Benfica, la sintesi del match

Dopo il pareggio di San Sebastiàn – ed il successo odierno del Real Sociedad contro il Salisburgo – per i nerazzurri la vittoria è d’obbligo. Simone Inzaghi lo sa benissimo e schiera il miglior undici a disposizione.

Le due squadre partono fortissimo, con continui ribaltamenti di fronte da una parte all’altra. Uno di questi lo guida Dumfries, che al 4’ serve un cross basso e teso verso Mkhitaryan, tutto solo all’interno dell’area. L’armeno arriva leggermente in ritardo, quando sarebbe bastato solo spingerla in porta. Al 12’ la retroguardia meneghina si addormenta e lascia Aursnes da solo davanti al portiere su rimessa laterale. Una grande parata di Sommer gli nega il vantaggio. Nella seconda parte del primo tempo i ritmi si abbassano e al duplice fischio la partita è bloccata sul punteggio di 0-0.

Nella ripresa la Beneamata aumenta i giri del motore e inizia a premere sugli avversari. Al 52’ l’esterno olandese mette a lato di testa da ottima posizione, servito splendidamente da Bastoni. Due minuti più tardi ci prova Lautaro che, su invito di Barella, stampa il pallone sulla traversa con un destro dal limite dell’area. Dopo un dominio incontrastato – con in mezzo un altro legno colpito dall’argentino – al 62’ la sblocca Thuram su assist del solito Dumfries, finalizzando un’ottima ripartenza con la meritata rete del vantaggio. Poco dopo il Var annulla per fuorigioco il possibile raddoppio firmato Dimarco. In termini realizzativi, non è serata per il capitano, che si vede negare la gioia del gol prima da Otamendi e poi da una straordinaria parata di Trubin.

Ciò nonostante, l’Inter regge all’assalto finale e porta a termine il compito senza grossi rischi, battendo il Benfica di misura e agganciando la Real Sociedad, in testa al gruppo D a quota 4 punti. I portoghesi diventano il fanalino di coda del raggruppamento, con due sconfitte di fila.

Inter-Benfica, il tabellino della gara

INTER (3-5-2): 1 Sommer; 28 Pavard, 15 Acerbi, 95 Bastoni; 2 Dumfries (36 Darmian 72′), 23 Barella (14 Klaassen 91′), 20 Calhanoglu (21 Asllani 82′), 22 Mkhitaryan, 32 Dimarco (30 Carlos Augusto 82′); 9 Thuram (70 Sanchez 72′), 10 Lautaro. A disposizione: 12 Di Gennaro, 77 Audero, 6 De Vrij, 7 Cuadrado, 31 Bisseck, 49 Sarr. Allenatore: Simone Inzaghi.

BENFICA (4-2-3-1):  1 Trubin; 6 Bah (44 Araujo 22′), 30 Otamendi, 5 Morato, 14 Bernat (9 Cabral 79′); 87 Joao Neves, 10 Kokcu (33 Musa 68′); 11 Di Maria (13 Jurasek 79′), 8 Aursnes, 27 Rafa Silva (22 Chiquinho 68′); 7 Neres. A disposizione: 24 Soares, 45 Kokubo, 17 Gonçalo Guedes, 19 Tengstedt, 20 Joao Mario, 47 Antunes, 61 Florentino. Allenatore: Roger Schmidt.

MARCATORI: 62′ Thuram (I). Ammoniti: Lautaro (I), Barella (I), Dumfries (I), Asllani (I). Recupero: 2′- 5′

Arbitro: Makkelie (NED); assistenti: Steegstra, De Vries (NED); quarto ufficiale: Lindhout (NED); VAR: Dieperink (NED); assistente VAR: Kajtazovic (SVN).

LEGGI ANCHE: Inter, Inzaghi risponde a Sacchi: “Abbiamo visioni differenti”

Samuele Marcon

Classe 2000, giornalista pubblicista laureato in Relazioni Pubbliche e regolarmente iscritto all'ordine del FVG. Le mie più grandi passioni: il calcio e il giornalismo . La vita per me è una continua sfida a migliorarmi. Non esiste obiettivo che non puo essere raggiunto. Sogna, vivi ma soprattutto scrivi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio